post

Programma 2017

PROGRAMMA
Sabato 25

h.18.00  Hotel Stabia – Garden

Tavola rotonda
«Per Bacco è giusto: la viticoltura sociale e i nuovi orientamenti nel mondo del vino»

La sostenibilità, un nuovo trend nelle proposte di consumo

Relatori

Fabio Terribile, Professore Ordinario di Pedologia presso il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, socio della International Union of Soil Science, della Società Italiana di Scienza del Suolo e della Società Italiana di Pedologia

.Alberto Capasso Vice-Presidente Slow Food Campania

.Mario Basco, Azienda vitivinicola I Cacciagalli

.Vincenzo Letizia, Azienda vitivinicola Vitematta

.Michele Fiorillo / Ciro Corona, Azienda vitivinicola Selva Lacandona

.Ugo Baldassarre, Fisar Napoli e Comuni Vesuviani

modera Mauro Erro del blog “Il viandante bevitore”

*Ingresso libero

h.21.00 Hotel Stabia – settimo piano

Cena dei Cuochi dell’Alleanza di Slow Food Campania

a sostegno della campagna Slow Food Internazionale “Menù For Change”. 
Sarà l’occasione per esplorare e degustare i vini e le numerose specialità abbinate dai diversi territori campani. 
Con prenotazione su invito entro il 20 Novembre sarà inclusa la nuova guida Easy wine, un approccio moderno e semplice al mondo del vino ed alle aziende vitivinicole italiane a cura di Slow Food Editore.

*Il contributo di partecipazione 35€ (€30 per gli associati Slow Food) andrà a sostenere i costi della manifestazione.

Domenica 26  

Hotel Stabia – Garden

h.9.30 Visita guidata alla Cattedrale di Castellammare di Stabia a cura della Pro Loco Stabia For you

h.11.00 “Poesia della Terra”, reading di poetico con Mena Baratto, Raffaele Ragone e raffaele Urraro, a cura dell’associazione Achille Basile – Le Ali della Lettura

h.12.00 Aperyrose’- Degustazione guidata

Bollicine, vino, drink dedicato ai Rosé della Campania con le nuove tendenze di abbinamento  alla  cucina mediterranea. a cura del Sommelier  Pasquale Brillante  Redazione “GustoCampania” *ingresso libero con omaggio dedicato alle donne in Rosé.

Hotel Stabia – sesto piano

Esposizione h.17.00 – 22.00

Area espositiva delle aziende vitivinicole dove i partecipanti potranno assaggiare in libera bevuta i vini proposti con il banco espositivo. Da quest’anno l’area espositiva del meeting si arricchisce dell’Enoteca Regionale, uno spazio dove il pubblico potrà degustare, con l’ausilio dei ticket in dotazione, la selezione dei vini presenti guidato dai Sommelier professionisti della FISAR.

*Kit calice + sacchetto + 5 ticket degustazione + lista aziende presenti: €10,00

Hotel Stabia – settimo piano

I Laboratori del gusto, abbinamenti cibo vino a cura delle Condotte Slow Food campane

SALA  A

h.18.00 “Il nuovo consumo: vino a calice e piccoli formati”
(gratuito) a cura di Fisar Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori

h.19.30 “Incontri di vini e di sapori del Sannio”
a cura di Slow Food Benevento

h.21.00 “Beviamo cibando. I vitigni della valle Telesina”
a cura di Slow Food Valle Telesina

SALA B

h.18.30 “Caserta Salerno: bufale vere e vini riscoperti”
a cura di Slow Food Caserta e Slow Food Salerno

h.20.00 “I bianchi minori della valle di Ufita e Taurasi”
a cura di Slow Food Valle di Ufita e Taurasi

h.21.30 “I vitigni dell’area Caiatina”
a cura di Slow Food Volturno

*contributo per i Lab abbinamento cibo vino  €10,00

 

0039 + 3492172359

0039 + 3494532129

meetingdelvino@gmail.com

www.meetingdelvino.it

post

Cena Chef della Alleanza SLOW FOOD

Sabato 25 Novembre presso l’Hotel Stabia, a Castellammare di Stabia a cura dei Cuochi dell’Alleanza di Slow Food e delle condotte campane, nell’ambito del Meeting del Vino Campano, la cena a sostegno di  “Menù For Change”.
Sarà l’occasione per esplorare e degustare i vini accompagnati alle numerose specialità prevalentemente dei piccoli produttori dei diversi territori della regione.
Con prenotazione su invito entro il 23 Novembre sarà inclusa anche la nuova guida Easy Wine, un approccio moderno e semplice al mondo del vino ed alle aziende vitivinicole italiane, a cura di Slow Food Editore.
Il contributo di partecipazione 35€ (€30 per gli associati Slow Food) andrà a sostenere, oltre i costi della manifestazione, la campagna Menu For Change.

Per tutte le info: meetingdelvino@gmail.com  Rosa Paciello: 333.7779471

MENU

Zuppa di verze e castagne del Monte Faito
Domenico De Gregorio – Lo Stuzzichino – Sant Agata Sui Due Golfi

Gattò di Patate con broccoli,salsiccia e provola affumicata
Gena Iodice – La Marchesella – Giugliano in Campania

Arruscata di pasta e fagioli di Schito profumata all’aglio dell’Ufita e cicoria selvatica
Giuliano Donatantonio- Pineta 1903 – Maiori
con Pasta Armando Molino De Matteis – Valle Dell’Ufita – Irpinia

Timballo di maccheroni alla napoletana
Cuoco dell’Alleanza Gena Iodice – La Marchesella – Giugliano in Campania
con Pasta Consorzio Formicoso Alta Irpinia

Maialino nero  casertano affumicato con nocciole e purea di mela annurca e patate fondenti
e Vitello in crosta di pane ai cereali con riduzione di casavecchia e tortino di broccoli
Angelo Napoletano – Casale Cantelmo – Vairano Patenora

Pastiera di fagioli butirri di Vico Equense
Franca Di Mauro – Il Cellaio di Don Gennaro – Vico Equense

Torta di noci della Penisola sorrentina
Pasticciere Antonio Gargiulo – Pasticceria Pina – Sant’Agnello

*Vini in abbinamento selezionati dall’Enoteca Regionale del Meeting del Vino Campano

post

SLOW FOOD EDITION – vino e gioia per tutti

Il vino non deve essere un argomento per iniziati, per persone che parlano solo tra loro con un linguaggio astruso e complicato, il vino e gioia, condivisione e festa, questo è lo spirito con il quale questo anno Slow Food sceglie di partecipare al Meeting del Vino Campano.

«Il tema è la terra, come si vede dall’immagine che abbiamo suggerito. Non dobbiamo mai dimenticare» continua il responsabile della condotta Slow Food Costiera Sorrentina e capri – «che dire vino vuol dire agricoltura e spesso presidio e salvaguardia del territorio. Abbiamo portato i cuochi dell’Alleanza, quelli che scelgono ogni giorno i prodotti stagionali dei loro distretti agricoli, i laboratori del gusto che hanno l’obiettivo di trasmettere i saperi divertendo, quelle piccole aziende che lavorano con un pensiero locale ed una visione globale»

«La viticoltura oggi deve assumere su di sé la responsabilità di esplorare per prima rispetto ad altri comparti della produzione agricola alcuni valori  quali la tutela e la cura della risorsa suolo, l’utilizzo civico di beni confiscati, la difesa degli ecososistemi e l’inclusione sociale» questo le parole del presidente Slow Campania Giuseppe Orefice che si è adoperato per supportare l’azione delle condotte partecipanti, proponendo il tavolo di discussione ad aprire i lavori affrontati.
Non solo il punto di vista accademico, ma con il contributo di chi ogni giorno si spende nelle proprie aziende per applicare concretamente i temi del buono, pulito e giusto, ago della bussola del movimento slow.
«Ci tenevamo a presentare le produzioni vitivinicole minori ma di particolare pregio come il Grecomuscio insieme ai nostri prodotti del territorio, come espressione delle comunità agricole locali» questo il commento raccolto da Tonino Ferrante presidente della condotta Irpina Colline Ufita e Taurasi.

«Slow Food Benevento partecipa con l’intento di far riscoprire i sapori unici e genuini sanniti. Presenteremo infatti un laboratorio sensoriale dove l’aglianico del Taburno e il Barbera del Sannio saranno lo spunto, il collante, con la  salsiccia rossa di Castelpoto, il caciocavallo di Castelfranco in Miscano e il Pane di Saragolla Beneventano, alcuni di essi già tutelati come Presìdio Slow Food» queste le parole di Giancarlo De Luca presidente della condotta.

Stefano Fontanella, organizzatore della kermesse, ci tiene a sottolineare l’incontro con il movimento slow come momento di maturità della manifestazione, perché oggi il pubblico di riferimento del vino è più giovane e attento ai temi proposti, e con la voglia di avvicinarsi a questo mondo in modo più leggero.
Il Meeting del Vino Campano ricco di novità, la partecipazione delle condotte campane, con la partnership della Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori, si terrà il 25 e 25 novembre presso l’Hotel Stabia a Castellammare di Stabia. Il programma completo ed i dettagli della tavola rotonda, della cena dei cuochi dell’Alleanza, dei laboratori e delle degustazioni dei vini su www.meetingdelvino.it